BUON NATALE | 2020

Natale in un tempo di prove e di difficoltà, per molti un tristissimo Natale, per tutti un Natale di ristrettezza, di intimità con pochi, per alcuni di solitudine…
L’augurio è che per tutti ci sia almeno un momento di “tregua”, di pace, di speranza, osservando un presepe o un proprio caro, ricevendo un abbraccio, un sorriso, un seppur piccolo dono… ritornando col pensiero a giorni più lieti che infondo davamo per scontati, forse lasciandosi andare ad un pianto liberatorio che si apra alla consolazione, umana e divina.

Quello stesso Bambino che una giovanissima Madre, stringe tra le braccia nel Presepe, come allora in quella Notte Santa, dovrà passare attraverso tremendo ed ingiusto supplizio e condanna e quella Madre, Maria, avrà “il cuore trafitto da una spada” per il dolore, come le era stato profetizzato.

Ma non sarà quella la parola “fine”, non sarà il dolore e la morte il suggello di quelle, come di tante tantissime vite… Il Natale è l’antefatto, è anzi una tappa del cammino di Dio verso l’Uomo, e dell’Uomo verso Dio, verso la sconfitta di ogni morte, l’asciugarsi di ogni lacrima, per la venuta di un Regno dove “Il lupo e l’agnello pascoleranno insieme” (Is 65, 25)

Fatevi greppia, grotta, fatevi Pastori e Magi, fatevi Angeli annunciatori, Stella Cometa, fatevi Bambini, Poveri, fatevi culla per quel Bimbo che ci è donato e…

BUON NATALE