Salone del Mobile 2018 | Eurocucina

Anche quest’anno Salone del Mobile di Milano e, data la cadenza biennale, EUROCUCINA 2018.    ( 2016 | 2014 | 2013 )

Pochissimo tempo a disposizione, veramente tantissima gente, un paio di appuntamenti che mi hanno preso più tempo del previsto e un traffico micidiale soprattutto nell’ultimo tratto di tangenziale, non mi hanno concesso di vedere tutto quello che avrei voluto… ma di quel che ho visto, un breve resoconto e un po’ di immagini.

Un resoconto in poche parole, soprattutto riguardo le cucine:

  • Molto meno legno rispetto la precedente edizione
  • Molto, molto più vetro nei pensili (per croce e delizia di chi ama tutto brilli anche in cucina)
  • Tantissimi spazi a giorno (per la stessa croce e delizia di cui sopra e per chi di spazio da sfruttare “a giorno” ne ha)
  • Una spinta verso l’alto (non metaforica ma fisica)
  • Il ritorno del blu (più che altro nei pensili)
  • Diverse ante a telaio anche in chiave moderna
  • Diverse Aziende che affiancano alla proposta tradizionale quella del “Living”

In ordine puramente alfabetico alcune immagini:

ARREX quasi a smentire quanto ho scritto sopra, non presentava troppo vetro nei pensili, ancora abbastanza legno (e altro), sviluppo verticale con elementi a giorno (che necessitano di scaletta, ma anche qualcosa di più…)

 


AR-TRE anche qui elementi a giorno importanti, sviluppati in altezza. Un paio di maniglie improbabili (commento nel dettaglio).

 


CREO Kitchen (non trovo molto da dire…)

 


FABEL in aggiunta alle cucine,  alcune zone living.

 


LUBE ante a telaio in concezione moderna, pensili a vetrina ad altezza “maggiorata” (a inseguire proposte già viste in anteprima), importanti elementi a giorno.


SCAVOLINI non poteva mancare allo stand Scavolini l’attuale testimonial per eccellenza: il Cracco nazionale…
Testimonial che firma anche un nuovo modello di cucina “Mia” by Cracco.

Altro modello nuovo “Delinea”

Interessantissimo poi il progetto “BOOXLIFE” che propone un intero arredamento (cucina – lavanderia – armadio – letto)  interamente racchiuso in un sistema ad ante scorrevoli.
E’ un progetto pilota, quella che potrebbe essere una “dream-car” dei Saloni dedicati all’auto.

Continua la proficua collaborazione con il marchio DIESEL

  


STOSA nel complesso alza il livello della sua proposta in finiture, design e attenzione ad alcuni piccoli particolari.

 



Un piccolo capitolo dedicato ai bagni, dove non è semplice vedere delle vere e proprie novità.


ANTONIOLUPI sempre minimal, sempre eleganti composizioni.

 


CIELO mi sono piaciute queste composizioni minimaliste, moolto “zen” (come direbbe qualcuno).

 


INDA

 
 


SCAVOLINI è ormai qualche anno che Scavolini è scesa in campo nel settore arredo bagno e continua a farlo con nuove e aggiornate proposte che smuovono un settore forse difficile da innovare, ma dove riesce ad essere propositiva ed originale.

 


Bene, anche per quest’anno è tutto…


All images are the exclusive property of Mario Barbieri.
They can not be used without authorization

 

 

Annunci