Alike | un corto sul rapporto padre – figlio

alike

Alike è un bellissimo “corto”, piacevolmente ben realizzato, che ha vinto il premio Goya come Miglior corto animato del 2016.

Non è tanto, come molti hanno scritto, una storia che parla di creatività o di sogni, contrapposti al “grigiore della società” e dei suoi ripetitivi e apparentemente inutili gesti e impegni (vedi l’uso del colore nei personaggi che “va e viene”), quanto piuttosto una storia che ci propone l’ideale rapporto tra padre e figlio, dove il padre guida  il crescere del figlio verso le sue aspirazioni più profonde, al di là che queste siano più o meno “creative”.

Alike non ci dice se il figlio piccolo, pieno di sogni ed energie, da grande farà quello che i suoi occhi di bimbo vedono come una possibile realizzazione, non ci dice neppure che il padre farà gettare via lo zainetto zeppo di libri al figlio o che non lo manderà più a scuola, ci dice però come il padre può rapportarsi ai sogni del figlio. Di come la gioia del figlio, divenga anche la sua gioia, di come alla fine ciò che sempre ridà “colore” ai due personaggi, è l’abbraccio. Un abbraccio di amore, condivisione e gratitudine.

Un gesto non forzato, barattato o “comprato”, ma un gesto libero e sincero.

C’è quindi una morale che ci richiama alle cosiddette “piccole cose”, alla vita fatta di sentimenti, quelli “primari”, quelli che in un figlio o in un padre rimangono anche quando la vita dovesse tristemente, ingrigirsi nel suo “tran tran”.

Buona visione.


 

Annunci