La Mostra su Leonardo che ancora non avete visto…


Dal 15 aprile al 19 luglio 2015 a Milano, Palazzo Reale
 
LEONARDO 1452-1519Il 15 aprile 2015 a Palazzo Reale inaugura la più grande esposizione dedicata a Leonardo da Vinci mai realizzata in Italia. Ideato e prodotto da Palazzo Reale e Skira, il progetto, promosso dal Comune di Milano con la partecipazione del Salone del Mobile, è curato da Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio – tra gli storici dell’arte più importanti per gli studi sul grande genio del Rinascimento.

L’esposizione presenta una visione di Leonardo trasversale su tutta la sua opera. Poliedrico personaggio, artista e scienziato, Leonardo viene raccontato dai curatori attraverso alcuni temi centrali: il disegno; il continuo paragone tra le arti: disegno, pittura, scultura; il confronto con l’antico; i moti dell’animo; il suo tendere verso progetti utopistici; l’automazione meccanica, temi che sottolineano l’intrecciarsi continuo nella sua opera di scienze e arti.

La mostra intende rivolgersi a un pubblico vasto e non di soli specialisti e si propone di illustrare – attraverso dodici sezionile tematiche centrali di Leonardo, abbracciando non solo gli anni della sua formazione fiorentina, ma anche i due soggiorni milanesi, fino alla sua permanenza in Francia. Il percorso espositivo presenta opere autografe di Leonardo – dipinti, disegni e manoscritti – introdotte dalle opere dei suoi predecessori – pittori, scultori, tecnici, teorici – per contestualizzare il suo contributo nella storia dell’arte, della scienza e della tecnica offrendo un ritratto dell’artista e dello scienziato del suo tempo.

Oltre a essere la mostra più importante mai dedicata a Leonardo, l’esposizione ospita anche un grande numero di opere d’arte – disegni, manoscritti, sculture, codici, incunaboli e cinquecentine – provenienti dai maggiori Musei e Biblioteche del mondo e da collezioni private, tra cui opere di Antonello da Messina, Botticelli, Paolo Uccello, Antonio e Piero del Pollaiolo, Jean van Eyck, Della Robbia, Bramante e di altri trattatisti anonimi dei secoli XV e XVI.

Le due sezioni finali della mostra sono incentrate sull’influenza di Leonardo pittore e teorico dell’arte in età moderna e la creazione del suo mito.

 

Annunci