Buon Natale | 2013

Un Avvento…

Avvento_600 px

Passeggiando per le vie di Perugia, mi sono imbattuto giorni fa, in questo bassorilievo (altorilievo per l’esattezza), incastonato nel muro esterno di una chiesa…

Una Madonna che presenta Suo Figlio all’adorazione. Una Madonna Odigitria si potrebbe dire, ma anche un rimando all’Avvento, ho subito pensato. Certo non più un bimbo in fasce, già fanciullo, ma in fondo ugualmente, un richiamo a Gesù che viene, a Gesù nato, a Gesù che si fa adulto, che si presenta al mondo in grembo a Maria, che lo mostra e lo offre all’adorazione.

Sotto quest’opera… masserizie, un deposito, scarti, resti dimenticati senza un senso se non quello dell’abbandono. Certo uno spettacolo desolante, apparentemente irriguardoso e irriverente, a cui si spera venga posto rimedio, prima del Santo Natale, ma, ma…

Ma ho pensato a “quel” giorno, anzi quella notte, quella Notte d’Avvento. Quella Notte che in una umile grotta, forse piena anche di masserizie, forse anche un deposito, certo non deputata ad accogliere la Vita nascente, ha visto nascere Dio! Dio fatto Uomo. Dio che nasce da una Donna… l’Umile di Nazareth.

Un Avvento, un Evento, che seppur annunziato da una Stella, salmodiato dagli Angeli, ha visto come spettatori, gli ultimi della terra di quel tempo, considerati impuri come ben sappiamo… i pastori, coloro che vegliavano, ch’erano desti.

Un Avvento, un Evento, che è già Profezia di un altro evento. tragico evento, evento di morte, di morte innocente, come ben ci insegna l’iconografia, che descrive la culla di quel Bimbo, come un sepolcro.

Ho pensato poi alle masserizie, al deposito, agli scarti, ai resti dimenticati senza un senso se non quello dell’abbandono della memoria, che ingombrano il nostro cuore?

Quel cuore dove, più di ogni altro luogo, Cristo vorrebbe nascere, Maria vorrebbe Egli nascesse.
Il luogo che da sempre Dio ha pensato per questo Avvento, l’Avvento di quest’anno, l’Avvento di oggi, l’Avvento di ogni giorno! Quell’Avvento per cui gli Angeli cantano in Cielo. Quell’avvento per cui ogni stella brilla ad indicare la strada. Quell’Avvento per cui i fortunati che si troveranno ad essere testimoni, torneranno glorificando Dio!

In questo cuore ingombro di ogni cosa, cose che in realtà spesso, non hanno un valore tanto superiore, alle masserizie lasciata ai piedi di questo altorilievo, ma che possono essere illuminate, trasformate, trasfigurate, benedette da questa venuta, da questa nascita, da questo parto per cui tutta la Creazione geme e soffre nell’attesa.

Non aspettiamo che qualche incaricato delle pulizie, venga a fare un po’ d’ordine, non aspettiamo che le masserizie si dissolvano da sole, si sgretolino o marciscano… facciamo spazio e ordine. Rendiamo questo cuore accogliente. Che non senta Maria di nuovo quel “qui non c’è posto…”.

Che questo Avvento non passi oltre e non nasca altrove.

 

(pubblicato anche su http://costanzamiriano.com/2013/12/14/un-avvento/)

…………………………………………

Questo è l’augurio che faccio a tutti credenti e non credenti: un Natale ricco di Serenità e di Gioia e la speranza di un 2014 migliore di quanto non sia stato il 2013.

DSCF5133_mod [640x480]

Annunci