Un obiettivo? No una fotocamera SMART | Sony QX

Effettivamente qualcosa di nuovo nel mondo delle fotocamere digitali compatte, certamente qualcosa di nuovo per il design (anche se la parte obbiettivo di per sé non può che rimanere un “barilotto” ;-)), certamente qualcosa di interessante per i possibili utilizzi soprattutto riguardo le possibilità di “inquadratura”.


Quelli che vedete qui sotto, che appaiono appunto come “solo” due obbiettivi, son a tutti gli effetti due fotocamere: la QX10 con sensore da 18 mpx e la QX100 con sensore da 20 mpx.

Per tutte le caratteristiche tecniche approfondite vi rimando al sito SONY

sony-qx10-qx100-2013

Di fatto le QX trasformano qualsiasi smartphone in una fotocamera ad alte prestazioni. Si monta lo Smart Lens sul telefono che funge da corpo della fotocamera e si utilizza il display per scattare e farne ciò che si vuole (Facebook, Twitter e compagni briscola).

QX 100_9

Ovviamente lo smartphone in questione, deve essere dotato di tecnologia NFC o anche semplicemente WI-FI, il resto sembre un cosiddetto “gioco da ragazzi”.

Il sistema di aggancio QX > Smartphone non è di per sé fondamentale per il funzionamento della fotocamera, serve solo a trasformare il telefono in “base” per l’obbiettivo. Quanto il sistema sia pratico e solido nell’aggancio, non saprei dire, bisognerà averne uno per le mani.
QX 100_5

QX 100_8

La cosa che mi affascina maggiormente è l’idea di poter avere delle inquadrature e degli utilizzi dell’ “obiettivo-fotocamera”, decisamente impossibile per una normale fotocamera, per quanto compatta possa essere. E’ la visualizzazione dell’inquadratura e il relativo “comando a distanza” che sono la vera novità (per la verità esistono dispay-controller a distanza per alcune macchine reflex, ma sono oggetti aggiuntivi dal costo piuttosto impegnativo e se la macchina è una reflex, rimane l’ingombro di una reflex…)

QX 100_4

Al di là dello scontatissimo autoritratto, pensate a poterla calare con un “cordino” (assicuratelo bene mi raccomando!) in un petugio che si apre su una cavità irraggiungibile, o sistemare la QX in una siepe e su una albero a ritrarre i soggetti più disparati senza dare troppo nell’occhio (non sto parlando di foto-spionaggio o “paparazzate”, poi ognuno fa quel che crede…). Insomma, spazio alla fantasia.

I prezzi mi sembrano anche tutto sommato accettabili (quelli + o – della relativa compatta dotata dell’intero “corpo”)

Buon divertimento 🙂

A seguire video (non poteva mancare “l’acchiappo” ;-)) e galleria


Annunci