Jointphotoframes for Formabilio | Vedi Vota.. vinci?

Questo “progettino” è nato appositamente per la partecipazione al “concorso” di Formabilio

Per la verità io non considero quello proposto un vero e proprio concorso o almeno non un concorso rivolto a professionisti di un determinato settore, sia per la tipologia di premi in palio, sia perché rivolto a “chiunque” (per cui trovate proposti anche oggetti che non si sa come facciano a “stare in piedi”, o a poter essere prodotti – ma si sa il computer o uno schizzo su carta fanno sembrare realistico ogni “volo di fantasia”…) e infine per la tipologia della votazione aperta a chi voglia registrarsi e dare un voto, per cui chi ha la cerchia di amici di “faccebook” più vasta, vedrà il suo punteggio schizzare alle stelle (anche se il progetto è una “ciofeca”). Insomma più che un concorso – con tutti i limiti che anche i concorsi hanno – una forma di “crowdsourcing”.

Su questi punti avevo già avviato una “garbata polemica” su Linkedin con una dei soci promotore e ideatore dell’iniziativa.

Ciò nonostante, quello che mi ha spinto a fare questo “esperimento” (non progettuale, ma di partecipazione) è l’obbiettivo che sta dietro alla facciata del concorso, quello dichiarato, di creare un canale tra i progettisti/designer e le Aziende produttrici – canale che non è sempre così semplice da creare o da ricercare per il singolo progettista – che possa vedere un prodotto realizzato e messo in vendita. Quindi staremo a vedere.


jointphotoframes_001 jointphotoframes_007


Questo il progetto: una serie di cornici-portafoto, presentata in due formati ( per foto 10×10 e 10×15, ma potrebbero essere dimensioni ben diverse) che grazie alla forma ideata, danno la possibilità di creare più e più composizioni anche inusuali (vedi il cubo…).
Naturalmente ogni singolo porta-foto può vivere anche come singolo oggetto, da appoggio o da parete.
Non credo ci sia molto da aggiungere, non è un progetto complesso… il materiale scelto è legno massello o derivati, quindi colori naturali o laccati, principalmente perché due delle tre Aziende Partner di Formabilio lavorano appunto il legno (quindi mi pareva assurdo proporre dei polimeri plastici o metalli), ma le scelte potrebbero essere molteplici.
L’imballo potrà essere contenuto ed “eco” e la vendita – attraverso internet – dovrebbe essere facilitata dalla semplicità dell’oggetto (sono convinto che più l’oggetto è impegnativo, più vale la regola del “toccare con mano”).

Ecco qui i 10 selezionati dalla Community e il mio commento…

Annunci